Ci sono stati vari tempi del mio andare in Montagna. Il tempo della velocità e quello del passaggio chiave, il tempo dei rifugi e quello delle vette, il tempo delle vie attrezzate e delle ferrate. Questi "tempi" hanno scandito la mia vita, testimoni e compagni di altre vicissitudini e del passare degli anni. Oggi, eccomi qua alle prese con il tempo della consapevolezza, della montagna lenta e delle vie normali. Talvolta però i "vecchi tempi", mentre passo dopo passo percorro il sentiero, si ripresentano, ed io non oppongo resistenza.

Benvenuti, comunque la pensiate, su VIA NORMALE

13 aprile 2014

PUNTA di MONTEMAGGIORE: una cima tra le nuvole






5 commenti:

Luca De Ronch ha detto...

Bene, con questa salita la Punta di Montemaggiore non ha più segreti..... anzi no! manca la grande traversata dal Briniza allo Stol !!!!!

Flavio Molinaro ha detto...

Luca, stiamo mettendo troppo carne al fuoco e finiremo per bruciarla....:-))))
il mantra è: bel tempo, bel tempo,caldo, caldo....
intanto becchiamoci la "goccia fredda" in arrivo :-(

giovanni ha detto...

decisamente atmosferica come giornata!!!

buona pasqua flavio & co (a quanto sembra sara' bagnata :/)

Fabio ha detto...

Ciao Flavio, volevo augurare a te e a tutta la tua famiglia una serena Pasqua
mandi

Flavio Molinaro ha detto...

@Giovanni:
mi è piaciuta come salita, veramente d'atmosfera...;-)
Buona Pasqua anche a te e ai tuoi Giovanni e prendiamola con filosofia!

@Fabio:
grazie e naturalmente ricambio gli Auguri con affetto. Ti sono sempre grato per l'opportunità che ci dai di conoscere l"Ovest"
nel comune amore per le montagne-1
ciao