Ci sono stati vari tempi del mio andare in Montagna. Il tempo della velocità e quello del passaggio chiave, il tempo dei rifugi e quello delle vette, il tempo delle vie attrezzate e delle ferrate. Questi "tempi" hanno scandito la mia vita, testimoni e compagni di altre vicissitudini e del passare degli anni. Oggi, eccomi qua alle prese con il tempo della consapevolezza, della montagna lenta e delle vie normali. Talvolta però i "vecchi tempi", mentre passo dopo passo percorro il sentiero, si ripresentano, ed io non oppongo resistenza.

Benvenuti, comunque la pensiate, su VIA NORMALE

28 febbraio 2015

SELLA KRIZ (Gran Monte - Prealpi Giulie)

La giornata comincia così, con una bella luce ed i crochi che fanno i protagonisti nel boschetto di roverella che devo risalire. Fuori da questo, le fioriture si diradano. Sui pendii erbosi, barbuti e color ocra, i panorami si fanno vasti e distolgono dalla monotona salita. Oltre, eriche e sporadiche piante grasse spiccano nel grigio chiaro delle rocce. Infine, nella parte alta, la neve residua del versante assolato recita la sua parte. La croce della sella segna la fine del dislivello ed il bianco adesso prevale.





 















Seduto ai piedi della croce, mi lascio ammaliare dal panorama. Cime innevate e non, vicine, lontane, ondulate, verticali sono tutte lì, familiari ed amiche. Un mondo che mi piace e che sempre mi gratifica.  Il tempo scorre veloce, il cielo si scurisce, le nuvole si gonfiano in un soffio leggero; è il momento di riprendere contatto con la realtà. Apro il contenitore metallico con il libro delle firme e segnalo la mia presenza odierna qui. Poi i pensieri tornano a valle assieme al corpo, entrambi coccolati dalla lunga mulattiera e la giornata si chiude, così come era cominciata, tra i fiori.












7 commenti:

Nadia l'Alpingirl ha detto...

E' tornato il Frivoloooooo!!!
Finalmente ti si rilegge!!!
Bei posti....sai che sabato avevo fatto un pensierino a quella zona li?...ma un po' più in là.. ;)
C'è anche meno neve di quella che mi immaginavo a nord!
Prossimamente....
Ciao Flavio!!!

Luca De Ronch ha detto...

Ecco, ben fatta, sella Kriz era anche una mia idea ma il giorno dopo non era il caso visto il tempo.......

che bello poi, si sente l'odore della primavera in questo post, la natura si risveglia .......


Flavio Molinaro ha detto...

@Nadia:
si dai, esco dal letargo, sole, ora legale, caldo, ho bisogno di questo per sentirmi Frivolo!. Non ti chiedo dove saresti andata o andrai per non rovinarmi la sorpresa...aspetterò il post ;-)
ciao :-)

@Luca:
ormai la testa corre alla Primavera, la natura sembra già dentro a questa stagione;speriamo non ci siano colpi di coda. Sempre bello arrivare alla Sella, Luca e magari possiamo inventarci un qualche anello....prossimamente ;-)

giovanni ha detto...

Una gran bella gg con lieto finale ;D

Ciao Flavio

Flavio Molinaro ha detto...

@ Giovanni:
eh si Giova un incontro inaspettato e proprio per questo ancora più bello e gradito!
Lo scatto che ci ha immortalati è analogico o digitale? Domanda che sottintende: "me lo mandi!" :-)))
ciao Giovanni, tante belle cose.

giovanni ha detto...

Te lo invio volentieri, era analogico, ma ahime' il clap deve essersi mosso e la camera si e' rivolta al cielo :/

https://lh4.googleusercontent.com/-TV2RBwMOg_A/VPnvoLn6l6I/AAAAAAAAWr4/6hCt50Nb7Uc/s900/060300002915.jpg

Chissa' quanta tempo passera' per avere una foto con il Fla...

Flavio Molinaro ha detto...

@Giovani:
mannaggia...bisognerà incrociarsi di nuovo!

ciao ;-)