Ci sono stati vari tempi del mio andare in Montagna. Il tempo della velocità e quello del passaggio chiave, il tempo dei rifugi e quello delle vette, il tempo delle vie attrezzate e delle ferrate. Questi "tempi" hanno scandito la mia vita, testimoni e compagni di altre vicissitudini e del passare degli anni. Oggi, eccomi qua alle prese con il tempo della consapevolezza, della montagna lenta e delle vie normali. Talvolta però i "vecchi tempi", mentre passo dopo passo percorro il sentiero, si ripresentano, ed io non oppongo resistenza.

Benvenuti, comunque la pensiate, su VIA NORMALE

1 novembre 2014

TA LIPA POT : "il bel sentiero" della Val Resia

  “Ta lipa pot”, che in dialetto resiano significa “il bel sentiero”, è un tracciato ricco di storia, di tradizioni, di cultura resiana e di bellezze naturali senza pari. Un percorso perfettamente segnalato, ordinato e pulito che, seppur sentiero di montagna, incredibilmente facile e alla portata di tutti, anche di bambini. Il percorso è molto suggestivo con le sue cascate mozzafiato, le tante sorgenti, le straordinarie passerelle sul fiume Resia e le fantastiche visioni delle montagne Canin, Sart e Musi che sovrastano il piccolo paese di Stolvizza..."




  
 
 
 




 




   

  
  

 

  

  




      

   

  

 
 







5 commenti:

Luca De Ronch ha detto...

a volte fa proprio bene fare questi percorsi...... proprio un "bel sentiero"

Flavio Molinaro ha detto...

@Luca
piacevole e rilassante, per rimettersi in sesto senza ansie di prestazioni!
Il prossimo sarà "il sentiero di Matteo" un pò più lungo, un pò più di dislivello e poi via via salendo... ;-)

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Ma vi correte dietro tu e Luca? :D Un bel sentiero che ho percorso con un bel pancione! devo tornarci con l'ospite che lo "abitava"! :D

Giovanni ha detto...

Grande Flavio,

verve, foto, giri, tutto ben conservato come sempre. Era un botto che non sbirciavo qui.

Salutoni e un forte abbraccio

p.s.
finalmente son riuscito ad anticipare i saluti :P

Flavio Molinaro ha detto...

@Nadia:
a volte lo seguo io e a volte lui e qualche volta ci muoviamo assieme :-))) per Gabriele forse è troppo facile... ahaha
salutoni
@Giovanni:
oh, che piacere risentirti!
Spero tutto bene Giova, un abbraccio forte anche da parte mia.
ciao